Araba Fenice 2017

Diamo una nuova seconda vita agli oggetti: il tema della SERR 2017 è il fulcro della mostra da sempre

Nel 2017 la 9° edizione della Settimana Europea per la Riduzione Rifiuti si svolgerà dal 18 al 26 novembre.

L’Associazione Peppino Impastato partecipa all’evento dal 2014 con la mostra L’Araba Fenice: Riuso Funzionale, Riciclo Artistico che tutti gli anni viene installata a Palazzo Lomellini e che è correlata ad altri eventi in tema con la prevenzione, riduzione, riuso e riciclo dei rifiuti.

In realtà la mostra carmagnolese nel 2017 sarà alla sua 6° edizione in quanto nel 2012 e nel 2013 non era iscritta tra gli eventi SERR sostanzialmente per questioni di tempistica (si svolgeva in alcuni giorni all’inizio di dicembre nella chiesa di Sant’Agostino).

Il progetto L’Araba Fenice è cresciuto negli anni ed ha avuto un riconoscimento per l’edizione 2016, essendo stata tra le azioni finaliste della premiazione italiana della SERR, premiazione avvenuta a fine marzo nella Sala Giunta del Comune di Napoli.

Ogni anno gli organizzatori scelgono un tema centrale, uno spunto dal quale partire per progettare le azioni di riduzione dei rifiuti; il tema non è vincolante per l’iscrizione. Quest’anno è perfettamente in linea con le finalità e la filosofia della mostra l’Araba Fenice. Infatti, il tema centrale prescelto per il 2017 sarà “Diamo una seconda vita agli oggetti”.

Ufficialmente viene lanciata quindi la nuova edizione dell’Araba Fenice: Riuso Funzionale, Riciclo Artistico, chiamando a raccolta tutti i cittadini e artisti che realizzano oggetti utili o con un valore puramente estetico, partendo da materiali di scarto. E’ sicura l’iscrizione all’edizione 2017 della SERR.

La mostra esprime nel suo nome la duplicità del riuso–riciclo che può essere semplicemente un utilizzo alternativo di oggetti che hanno esaurito la loro primaria funzione d’uso oppure la creazione di vere e proprie opere artistiche con materiali poveri e nati per altre finalità.

L’Araba Fenice, come tutti gli anni, si concretizza nel divenire sia chiamando direttamente gli artisti che esporranno sia invitando tutti coloro che realizzano opere di riciclo a candidarsi per l’esposizione. Inoltre l’Associazione Culturale Peppino Impastato organizza con altre associazioni del territorio e non, eventi collaterali che troveranno spazio a Palazzo Lomellini o in altri luoghi carmagnolesi nel mese della mostra.

Quest’anno la mostra finirà con la Settimana Europea Riduzione Rifiuti. L’inaugurazione è infatti prevista il 3 novembre e l’installazione chiuderà il 26 novembre.

Per coloro che vogliono candidarsi ad esporre si richiede l’invio di una email, entro il 30 settembre, all’indirizzo dell’associazione: centopassi.carmagnola@gmail.com con una breve descrizione dei lavori e dei propri interessi in tema di riuso e riciclo nonché alcune immagini degli oggetti che si vorrebbero esporre.

La mostra ha un valore artistico imprescindibile tuttavia è anche un’azione di sensibilizzazione rivolte a tutti ma in particolare alle scuole. In cantiere le nuove proposte per le scuole che sono innanzitutto legate alla possibilità di accedere all’esposizione in orario scolastico e che vedranno la proposta di laboratori in tema con il riuso.

Nel 2016 la proposta per le scuola ha visto l’attivazione di un laboratorio realizzato da Angelo Lussiana, artista del cartone da sempre presente alla mostra. Grazie al contributo del Comune di Carmagnola è stato possibile rimborsare i costi dell’artista per la partecipazione di tre classi. Le classi che hanno chiesto di partecipare sono tre prime medie, sezioni A, B e C, dell’Istituto Comprensivo Carmagnola I.  L’avvio del laboratorio è avvenuto soltanto a marzo del 2017; i ragazzi insieme ad Angelo Lussiana hanno appreso come tagliare il cartone e costruire dei moduli per realizzare una libreria che resterà alla scuola. Il lavoro non è ancora concluso e verrà ripreso a settembre anche grazie alla disponibilità e interesse dell’insegnante di educazione artistica Massimo Appendino. I ragazzi stanno lavorando in piena autonomia, con tutte le difficoltà che la realizzazione artigianale con strumenti rudimentali comporta, ma ci sarà ancora la possibilità di incontrare Angelo Lussiana per risolvere eventuali difficoltà.

Ovviamente l’auspicio è quello di poter avere in esposizione a novembre la libreria di cartone che i ragazzi della scuola media stanno realizzando, nell’attesa anticipiamo alcune immagini.

Al via la nuova edizione dell’Araba Fenice: Riuso Funzionale, Riciclo Artistico

 

Pin It on Pinterest