Alice SILVESTRO

Araba Fenice 2019 a Cambiano 14 sett - 13 ott 2019

In queste composizioni la ricchezza non deriva affatto dai materiali. Si tratta infatti di oggetti di recupero (bobine per fili da saldatura, parti di vecchie stufe in ghisa, scarti del taglio del marmo, cartoncini colorati…) che ritrovano la propria bellezza nel ‘posare’ insieme alla pianta. La pianta è libera dal suo vaso in una composizione realizzata con elementi semplici e naturali (terra, ghiaia e muschio).

Le Nature Impossibili scaturiscono dal sentimento di essere-natura.

Noi tutti siamo naturali ma viviamo in un mondo di architetture, edifici e schermi.
L’intento è quello di rimescolare natura e artificio affinché si intersechino e diventino mondi comunicanti.

É altresì un gioco di sguardi fra materie povere e ricchezza delle superfici.

Queste Nature Impossibili sono in continua ricerca di equilibrio. Equilibrio tra le forme, interscambio di pesi materici, dialogo fra la vita e la materia inerte.

 

Le Nature Impossibili

Pianetine

tecnica kokedama

 

Le correnti d’aria creano oscillazioni, le variazioni di luce proiettano ombre mutevoli, organiche e geometriche allo stesso tempo. Il punto di vista cambia continuamente

Pin It on Pinterest