Gianni GIANASSO

Araba Fenice 2019 a Cambiano 14 sett - 13 ott 2019

I segnali, i simboli, uniti al sogno e all’etica, “miscelati” con perizia, sono tutti elementi del lavoro di Gianni Gianasso.

Le opere del ciclo “La Nuova Sognaletica”, per la mostra L’Araba Fenice: Riuso Funzionale, Riciclo Artistico sono un tassello importante nel disegno più ampio di sensibilizzazione in tema ambientale, apportando bellezza e una carica ironica impattante.

 

La dettagliata descrizione dell’opera fatta dall’autore lascia ancora spazio alla fantasia di ciascuno perché la visione susciti emozioni personali.

L’opera è composta di tre parti. Su un bancale in legno, trasformato dalla plastica e dalla schiuma, entrambe nere, si posano i frammenti di una testa classica, colorata di blu oltremare a simboleggiare l’inquinamento ambientale: simbolicamente un’umanità intrappolata.

Appoggiati su questa base composita, i due cartelli stradali con la rappresentazione onirica di un mondo in sofferenza e di alcuni barlumi di speranza. L’orso polare urla la sua rabbia contro il surriscaldamento globale, il nostro mondo è sospeso sopra le fiamme con il conforto di un grosso albero che tenta, con le proprie fronde, di proteggere la Terra, abbracciata  dal tronco a forma di manico d’ombrello. 

All’apice un’astronauta seduto su una nuvola e con i piedi poggiati sulla luna fotografa da lontano e con fare indifferente.

La speranza oltre ad essere rappresentata dall’albero è nel secondo cartello, sul quale è dipinto un pinguino operaio che riversa cielo limpido e puro sul nostro mondo.

Il pinguino è uno degli animali spesso rappresentati dall’artista con valenze simboliche: l’ironia si unisce all’amarezza dei temi di denuncia rappresentati.

 

Tree of life- Rigenerazione

Ciclo La Nuova Sognaletica

Olio su cartelli da cantiere stradale

 

Spetta a ogni uno di noi, singolarmente, decidere se impegnarsi per dare un senso e un seguito concreto al lavoro del pinguino operaio che riversa cielo pulito sulla Terra

Pin It on Pinterest