L'Araba Fenice: Riuso Funzionale, Riciclo Artistico - 2020

La IX edizione della mostra è dedicata al tema "Insieme"
Nel 2020, la mostra L’Araba Fenice: Riuso Funzionale, Riciclo Artistico, ha interpretato il tema della manifestazione Cambiano come Montmartre, “Insieme verso il futuro”​

L’Araba Fenice: Riuso Funzionale, Riciclo Artistico – Insieme verso il futuro ha avuto luogo nella Sala Consiliare Comune di Cambiano, dal 27 settembre all’11 ottobre 2020.

E’ stata la 9° edizione della mostra sul riuso e riciclo, nata a Carmagnola nel 2012 come iniziativa artistica e socio-ambientale dell’Associazione Culturale Peppino Impastato, con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema della sostenibilità ambientale, attraverso la maggiore consapevolezza, in particolare rispetto all’impatto dei rifiuti. I creativi del progetto lavorano con materiali di scarto, materiali poveri e recuperati, creazioni ed oggetti del passato e abbandonati, realizzando opere artistiche e di denuncia.

Nel 2020, la mostra è rientrata nel progetto espositivo realizzato dal Comune di Cambiano: “Molteplicità di “Insieme”: espressioni artistiche di libertà di pensiero e di vita”. Il progetto dedicato alla tematica di Cambiano come Montmartre 2020, ha visto la realizzazione di due mostre, con la rappresentazione in parallelo di una pluralità di espressioni artistiche che hanno interpretato alcune delle tante dimensioni del concetto di “Insieme” attraverso vari percorsi di condivisione.

“Insieme”, nelle dimensioni spazio temporali, offre lo spunto per riflettere attraverso l’arte sui nuovi paradigmi di convivenza e di relazioni sociali. E’ il filo conduttore delle esperienze personali e collettive, è ciò che dovrebbe legare l’umanità, in piena libertà e consapevolezza.

L’Araba Fenice 2020 ha declinato il tema di Cambiano come Montmartre, “Insieme verso il futuro”, cogliendo simboli e segni, tra passato e futuro della nostra identità, collettiva e privata. “Insieme” per gli artisti del riuso e del riciclo ha varie connotazioni, prime fra tutte l’unione per l’ambiente e l’unione degli elementi che in natura creano gli habitat e gli ecosistemi.

“Insieme” è anche il filo conduttore nel recupero di oggetti del passato, preziosi per ciò che hanno rappresentato, reinterpretati per esprimerne il valore e la storia.

I segni del vivere “Insieme” sono i simboli che contraddistinguono le nostre comunità e i nostri  spazi comuni, sono i materiali che troviamo abbandonati e che raccontano una società che consuma e che corre, sono i segni della natura che si impone nonostante tutto.

L’”Insieme” a due dimensioni, nello spazio e nel tempo, nel 2020 ha assunto una terza dimensione, extrasensoriale e simbolica.

I creativi e artisti che hanno esposto con l’Araba Fenice sono: Laurette Bono, Rita Bo, Cristina Busnelli, Manuela Cavallo, Gabriella Chiminello, Roberto De Fanti, Daniela Evangelisti, Margherita Fantini, Irma Fava, Caterina Fiore, Gianni Gianasso, Antonio La Colla, Giancarlo Laurenti, Angelo Lussiana, Associazione MUSE, Maurizio Rivetti, Marco Roascio, Adriano Rosso, Marilde Saliani, Daniela Santucci, Alice Silvestro, Anna Torazza.

La seconda mostra “Insieme fuori dai margini” a cura di Silvana Nota| Allestimento di Daniela Gioda, ha posto all’attenzione il profondo significato del lavoro comune e della condivisione che da sempre caratterizzano il mondo dell’arte. Insieme fuori dai margini, perchè l’arte per sua natura è libertà di pensiero e di vita, non ha barriere mentali, di classe sociale e Paese di appartenenza.

Le mostre si sono concluse con un finissage itinerante che ha toccato i vari spazi espositivi  a Cambiano, concludendosi nella sala consiliare dove, nell’ambientazione dell’Araba Fenice, Gerardo Formicola ha declamato alcuni testi poetici e prosaici, in tema con la mostra.

Le fotografie sono state realizzate dal Circolo Fotografico Autofocus di Cambiano

 

Pin It on Pinterest